martedì 23 ottobre 2012

NEL 2013 IL MICROCHIP RFID SARÀ OBBLIGATORIO PER TUTTI GLI AMERICANI

Il microchip RFID (RFID è un acronimo che sta per Radio Frequency Identification) è un microchip biocompatibile che va impiantato nella mano o nella fronte di un individuo. Questo microchip è in grado di "stabilire una comunicazione bi-direzionale", cioè il chip è in grado sia di trasmettere dati che di riceverli. Ricevere dati per fare cosa?
Ne avevamo già parlato in quest'articolo: MICROCHIP NEURALE: ITALIA, GERMANIA E ISRAELE IN PRIMA LINEA PER IL NUOVO ORDINE MONDIALE
Oggi la notizia che viene più battuta nel Web, già nota da marzo 2010, è che gli USA renderanno obbligatorio l'innesto del Microchip nel 2013.





MICROCHIP IDENTIFICATIVO. COSA C'E' DI VERO
Negli ultimi giorni viene rilanciata una notizia già nota da fine marzo 2010: con il pretesto di cure sanitarie, gli USA saranno la prima nazione a rendere obbligatorio l'impianto identificativo microchip su esseri umani (RFID). Se volete farvi un'idea più chiara di cos'è, come funziona e come viene propagandato, andate qui


La notizia purtroppo non è una delle solite bufale del web; qui potete leggere (in inglese) estratti della legge Healthcare Bill HR3200

C'è già chi invoca il marchio della bestia, il Grande Fratello orwelliano e così via. In realtà, si tratta del prototipo del più grande strumento di controllo, consumo e manipolazione delle masse mai provato fino a ora, a parte le religioni.
Il tutto fa leva sulla paura.



Ecco come in USA viene pubblicizzato il microchip sottopelle che consentirà di tenere sotto controllo l'intera popolazione.
Questo "passo" è la dimostrazione che anche il più apocalittico degli scenari può essere "venduto" come un successo.



Senza di esso non si potrà acquistare nulla perchè su di esso saranno inclusi tutti i dati personali, compreso il conto in banca, e se qualcuno si ribellerà allo stato basterà che nella sala dei bottoni qualcuno decida di spengere il microchip e si diventerà immediatamente dei criminali da arrestare.

Nel video seguente la spiegazione di come funzionerà il controllo sociale....



LA POPOLAZIONE DOTATA DI MICROCHIP
tratto da: "Children of the Matrix" di David Icke

Lo scopo ultimo degli Illuminati è dotare la popolazione di microchip. Essi puntano ad inserire un microchip in ogni persona del pianeta e in ogni bambino al momento della sua nascita. Non si tratta di una fantasia fantascientifica, ma di qualcosa che sta già avvenendo. Naturalmente, nessuno uscirà allo scoperto e lo ammetterà pubblicamente perché sanno che molte persone (beh, diciamo, alcune) si opporrebbero. Agiscono quindi per gradi per occultare la vera portata del fenomeno. Hanno iniziato con l'inserimento di microchip negli animali, dapprima volontariamente ed oggi spesso per legge, e lo stesso metodo verrà usato con gli esseri umani. Nel 1997 un amico mi presentò un uomo in America. Costui aveva chiesto di incontrarmi perché era uno scienziato che aveva collaborato contro la sua volontà a progetti segreti della CIA di cui i politici comuni non sospettano minimamente l'esistenza.
Quando gli domandai perché avesse messo il suo genio a disposizione di quei piani, si aprì la camicia e mi mostrò una bustina trasparente sul suo torace, simile a quelle che contengono lo shampoo. La CIA li chiama "cerotti". Dentro quella bustina vidi un liquido di color arancio dorato. Egli disse di aver aderito alla CIA fiducioso di servire la sua patria, ma di essersi ben presto accorto che essi non volevano che le sue conoscenze venissero impiegate a beneficio dell'umanità. L'idea era quella di controllare il genere umano. Qu
Quest'uomo mi ha parlato del piano di inserire microchip all'interno del corpo umano e di molte altre cose. Egli mi volle incontrare per rivelarmi quello che era stato programmato per il genere umano perché non aveva idea di quanto ancora gli avrebbero consentito di vivere. Quando questi scienziati hanno assolto alloro scopo, il cerotto non viene più sostituito ed essi muoiono di una morte dolorosa, portandosi nella tomba molti segreti.
Dapprima disse che la cura per il cancro era nota da decenni, ma che non veniva diffusa perché non si voleva che la gente sopravvivesse e inoltre si realizzavano molti più guadagni a curare i moribondi e a trattare i sintomi che a curare la malattia.
Aggiunse poi che esistevano tecnologie in grado di sviluppare l'agricoltura nelle zone desertiche prive di acqua, stimolando i campi energetici delle piante. Disse anche che in condizioni ideali, era come guardare una fotografia al rallentatore, tanto velocemente crescevano le piante.
Se queste tecniche fossero rese disponibili, la fame scomparirebbe dal mondo.
Ma queste stesse tecniche furono invece usate per uccidere migliaia di persone ed egli stesso assistette a questo massacro.
La CIA (un'agenzia degli Illuminati) aveva riunito una vasta moltitudine di persone durante la carestia in Etiopia. Egli si ritrovò su un aereo che pensava stesse volando sopra quella zona per gettare un campo vibrazionale che stimolasse la crescita delle piante. Spingendosi verso la parte anteriore dell'aereo per capire cosa stesse succedendo, vide là sotto migliaia di cadaveri. Quelle persone erano state uccise dalla potenza del campo magnetico perché la CIA stava testando le tecnologie in suo possesso come armi in grado di uccidere le persone senza danneggiare le proprietà.
Rivelò anche che da decenni è stata messa a punto una tecnologia in grado di darci tutta l'energia e il calore di cui abbiamo bisogno senza inquinare e senza costi cioè un'energia gratuita. Queste cose mi sono state riferite anche da persone che stanno lavorando alla messa a punto di queste tecnologie, ma che non possono produrle perché gli Illuminati controllano gli uffici brevetti, i soldi e le maggiori compagnie che potrebbero produrle in grandi quantità. Immaginate di avere nelle vostre case un piccolo dispositivo che vi dà calore e energia ogni giorno e per sempre, a costo zero.
Ancora una volta questa tecnologia sfrutta la massa di energia vibrazionale invisibile che ci circonda per trasformarla in energia utilizzabile. Tutte queste tecnologie oggi sarebbero a nostra disposizione se non fossero occultate dagli Illuminati. Ma fu quando si occupò di microchip che il nostro scienziato della CIA rimase maggiormente sconvolto. Egli confermò che il piano degli Illuminati era quello di inserire in tutti dei microchip. Da una parte ciò doveva servire ad etichettarci e a sapere costantemente dove siamo e cosa stiamo facendo. Ma lo scopo principale era quello di manipolare a proprio piacimento i nostri processi mentali ed emozionali. Egli disse che non si doveva pensare solo ai messaggi che dal chip arrivano al computer. Assai più importanti erano i messaggi che dal computer arrivano al chip inserito all'interno del corpo umano.
Disse che la gente non aveva idea del livello di tecnologia che sta dietro ai progetti segreti degli Illuminati. Una volta che i chip erano stati inseriti, proseguì, il computer poteva rendere le persone docili o aggressive, eccitarle sessualmente o raffreddarle, e poteva chiudere le loro menti al punto da farle diventare simili a zombie. Se mi guardo intorno mi accorgo che tutto questo è già iniziato! Egli mi chiese di convincere la gente a resistere a tutti i costi all'inserimento di microchip, perché una volta che li accettiamo, non saremmo nient'altro che macchine controllate dagli "alieni", che egli mi confermò essere dietro all'intera faccenda. È necessaria una campagna globale sotto il motto "DI' DI NO AI MICROCHIP" ed è necessaria ORA! Il microchip è presente in quasi ogni dispositivo tecnologico ed è inserito anche nelle macchine più recenti. Grazie ad esso la macchina può essere esternamente immobilizzata da un satellite ed ogni suo percorso può essere seguito. Come anticipai in alcuni libri scritti molti anni fa, si sta già parlando di inserire microchip all'interno delle persone per rendere più efficiente il mondo.
Il professor Kevin Warwick dell'Università di Reading, in Inghilterra, è stato usato per promuovere l'uso di microchip umani. Con un'imponente campagna pubblicitaria egli accettò di farsi inserire dei microchip e ha spiegato a tutti i vantaggi dei dispositivi di controllo elettronico a distanza. Wow! L'ultima che ho sentito è stata che lui e sua moglie Irena si sarebbero fatti inserire un altro microchip che avrebbe collegato il loro sistema nervoso a elaboratori di dati, batterie e radiotrasmettitori. Pare che abbiano chiesto anche alla loro figlia adolescente Madelaine di partecipare all'esperimento ma che costei abbia risposto "Assolutamente no". Allora c'è almeno un membro della famiglia pensante! "Questo è il passo successivo dell'unione tra l'uomo e la macchina", ha detto il Professor Warwick, "Noi saremmo in grado di instaurare una comunicazione tra due sistemi nervosi attraverso la rete". Il Cielo sia lodato. Secondo il giornale londinese Daily Mail, egli è finanziato al ritmo di qualche mezzo milione di sterline da grosse aziende statunitensi operanti nel settore informatico. Il professore Warwick ammette che lui e sua moglie potrebbero riportare danni fisici permanenti alle braccia, ma spera di "evitare danni mentali". Mi chiedo come faremo ad accorgercene!
Assistiamo oggi a gente che si fa inserire la propria storia medica ed altri dettagli personali in microchip. Il piano è quello di vendere i microchip in modo da ridurre i furti e le rapine, poiché i dettagli finanziari e il denaro di ciascuna persona saranno contenuti in un microchip sottocutaneo. Un'altra scusa è quella di evitare i furti di carte di credito. Per pubblicizzare l'inserimento di microchip nei bambini ci viene detto che in questo modo non si perderanno più perché, grazie al microchip, saremo sempre in grado di localizzarli. Più bambini spariscono o vengono uccisi, più viene enfatizzato il problema dei pedofili all'interno della comunità, più è probabile che i genitori impauriti accettino di inserire microchip all'interno dei loro figli. Naturalmente i più grandi stupratori e assassini di bambini sono proprio quegli Illuminati che pubblicizzano il microchip. Problema-reazione-soluzione.



Microchip sottocutaneo sarà obbligatorio presto anche in Italia?!?



Le prove di fuoco della "cellula" italiano del NWO le possiamo individuare nel testo del secondo decreto ‘Crescitalia’, che viene esaminato e sintetizzato nel seguente articolo: Bancomat obbligatorio per pagamenti di 50 euro?

Dopo l’abbassamento a mille euro della soglia dei pagamenti in contanti il governo è intenzionato ad imporre un ulteriore stretta agli acquisti e parcelle saldate con monete e banconote.

UN NUOVO LIMITE POSSIBILE
Lo ha rivelato ieri l’agenzia di stampa TMNews anticipando il contenuto della cosiddetta Agenzia digitale che sarà contenuta nel secondo decreto sviluppo. La bozza del secondo ‘Crescitalia’ (il primo provvedimento è stato approvato a giugno), contiene norme per la semplificazione burocratica e la digitalizzazione del paese, prevede un’estensione dei pagamenti elettronici, con bancomat o carta di credito, a tutte le spese superiori ai 50 euro. Il tetto, valido sia per il commercio che per artigianato e professioni, dovrebbe entrare in vigore il primo luglio 2013, ad un anno esatto dall’introduzione del limite dei 1000 euro: tutti gli esercenti in sotanza dovranno dotarsi di un dispositivo per ricevere pagamenti elettronici. Obbligatoriamente. Ovviamente nessuno garantisce, o è costretto a giurare, che quanto emerge oggi (le informazioni sono riprese da Repubblica) arrivi poi ad un via libera definitivo o non venga fortemente ridimensionato. Il dibattito è comunque aperto, ed anche stavolta, c’è da giurarci, sarà intenso.

VECCHIO DIBATTITO
Il drastico e repentino abbassamento del tetto ai pagamenti in contanti (nel caso odierno parliamo però di mera estensione della possibilità di pagare con carta elettronica) ha sempre sollevato in Italia un aspro confronto tra favorevoli e contrari. Ai tempi del governo Prodi (Tommaso Padoa Schioppa all’Economia con Vincenzo Visco vice), ad esempio, nel 2006, il centrodestra ostacolò in maniera arcigna il piano che prevedeva che dal 2008 le parcelle dei professionisti sarebbero state pagate in contati fino ad un massimo di 100 euro. Giulio Tremonti, responsabile dell’economia della compagine berlusconiana, tuonava: “Il decreto non vi riempirà le casse erariali, ma vi svuoterà le urne elettorali”. E ancora: “Non è un messaggio di lealtà fiscale, ma un messaggio di occhiuta incombente presenza dello Stato sui cittadini”. Fu proprio lui, successivamente, nel maggio 2010, ad abbassare il tetto ad ogni tipo di pagamento in contanti ai 2.500 euro. Lo stato di emergenza in cui sono stati chiamati ad intervenire i tecnici, dunque, ha vanificato il muro contro muro tra maggioranze ed opposizioni e reso momentaneamente il clima del dibattito più disteso.

I CONTRO
Chi si oppone ai pagamenti elettronici estesi fino alle spese di importo basso sostiene che troppe persone, soprattutto dipendenti pubblici ed anziani non sono abituati ad utilizzare soldi virtuali. Gli italiani utilizzano contante per il 50% in più rispetto agli altri Paesi europei. La tracciabilità dei flussi di denaro può in alcuni casi, dunque, generare caos anche per banali compravendite. Non è un caso se nel luglio scorso, da quando pensioni e stipendi superiori ai mille euro non possono più essere più incassati in contanti, l’Inps ha previsto un periodo transitorio di tre mesi per chi non aveva ancora un conto. L’Istituto continua a pagare le mensilità, in assegni però, in attesa che il pensionato si decida ad aprire una pratica bancaria. Poste e banche versano, dunque, il contante su un conto trasnitorio, per poi trasferirle al conto del pensionato. Le somme accantonate saranno restituite all’Inps una volta scaduto il termine del 30 settembre. Evidentemente non tutti pronti per pagare di più digitando un PIN.




FONTE: FONTE

1 commento:

  1. Per PROTESTARE attivamente, opporsi contro il Bio-chip sottocutaneo imposto e contro il Progetto di Legge di Obama, che deve entrare in vigore quest’anno, inerente l’impianto obbligatorio di Bio-chip alla popolazione americana:

    firmare e diffondere ovunque questa PETIZIONE pubblica:

    http://www.avaaz.org/it/petition/SALVIAMO_la_privacy_e_inviolabilita_della_persona_umana_IMPEDIAMO_limpianto_obbligatorio_del_MICROCHIP_SOTTOCUTANEO/

    L’Unione fa la forza,
    la Coesione della massa altrettanto,
    ed è almeno un tentativo di propagare la protesta popolare,
    anche a chi di dovere.

    RispondiElimina