martedì 17 aprile 2012

NOBILTÀ NERA

La Nobiltà Nera è composta dall'insieme delle famiglie che imposero le oligarchie nelle Repubbliche marinare di Venezia prima e di Genova in seguito, esercitando un controllo economico e politico totale per quanto riguarda il commercio marittimo.

Dopo la prima crociata tra il 1063 e il 1123 si instaurò definitivamente il potere del ceto mercantile della Nobiltà nera Veneziana, rafforzando la ricca aristocrazia. Nel 1171 ottennero il potere assoluto arrogandosi il diritto di nomina del Doge che spettava all'organo conosciuto con il nome di “Maggior Consiglio” (o Gran Consiglio) del quale facevano parte i membri della Nobiltà Nera; affermarono così un controllo economico-politico totale. La loro ascesa al potere era incontrastata, questi aristocratici facevano sistematicamente eliminare tutti gli avversari commerciali e i capi dei ribelli che fomentavano le sommosse popolari.



Nel 1204 l'aristocrazia iniziò la distribuzione di feudi aumentando così potere e influenza nel governo finchè questo divenne una corporazione chiusa in mano alla Nobiltà Nera. Il loro potere da allora si estese a macchia d'olio e probabilmente influenza ancora oggi i Governi degli Stati del blocco occidentale. L'uomo che ha svolto le indagini su questo tema portando a conoscenza del mondo questa realtà è il Dr. John Coleman, ex-agente dell' M16.

Il Dr. Coleman ci elenca le famiglie più importanti che fanno parte di questa elitè oscura:

House of Guelph (Britain)
House of Wettin (Belgium)
House of Bernadotte (Sweden)
House of Liechtenstein (Liechtenstein)
House of Oldenburg (Denmark)
House of Hohenzollern (Germany)
House of Hanover (Germany)
House of Bourbon (France)
House of Orange (Netherlands)
House of Grimaldi (Monaco)
House of Wittelsbach (Germany)
House of Braganza (Portugal)
House of Nassau (Luxembourg)
House of Habsburg (Austria)
House of Savoy (Italy)
House of Karadjordjevic (Yugoslavia)
House of Wurttemberg (Germany)
House of Zogu (Albania)


Come pure quelle famiglie che si trovano nell'albero genealogico dei Windsor.

("Black Nobility Unmasked Worldwide", dott. John Coleman, 1985).

Tutte queste famiglie sono imparentate con la Casa del Guelfo di Venezia che in seguito dette origine al Casato dei Windsor, intrecciandosi con l'aristocrazia tedesca attraverso la Casa degli Hannover dove è nato anche Re Giorgio I.

Oggi i discendenti Guelfi mantengono il potere con il controllo del mercato delle materie prime attraverso dei “cartelli commerciali”. Per anni, hanno fissato il prezzo dell'oro, un articolo che non producono e non possiedono per conto proprio. La Casa dei Windsor controlla anche il prezzo del Rame, dello Zinco, del Piombo e dello Stagno. Possiamo dire che non è un fatto casuale che le principali borse merci e metalli si trovino a Londra. Tra le Società controllate dalle famiglie della Nobiltà Nera troviamo la British Petroleum (la BP è responsabile del disastro nel Golfo del Messico del 2010), l'Oppenheimer (diamanti), la Lonrho(financial invest group in Africa), la Philbro (trading group del settore agroalimentare, dei metalli preziosi, del petrolio e dei gas naturali), etc...

...come si può notare hanno il controllo dell'intero Sistema e possono distruggere anche l'economia di un Paese.

La famiglia Grosvenor della Nobiltà Nera come altre famiglie reali europee vive con le rendite delle terre date in locazione (con contratti di 39 anni come nel medioevo) senza mai venderne la proprietà. Oggi posseggono circa 300 acri (121 ettari) di terreno nel centro di Londra tra cui Grosvenor Square dove ha sede l'ambasciata americana, e Eaton Square dove si affittano appartamenti per £ 25000 al mese.

Questo per avere un idea di quale sia l'immensità della ricchezza di queste famiglie dice il Dr. Coleman.

E aggiunge: “Questa è l'unica ragione per cui queste famiglie "nobili" sono dietro alla maggior parte, se non a tutti, i movimenti ambientalisti del mondo, che in definitiva mirano in modo velato a ridurre l'aumento della popolazione. Il principe Filippo ed il principe Carlo sono i simboli più in vista di questi movimenti, ed ambedue hanno parlato spesso con una totale insensibilità del bisogno di liberare il mondo di persone non desiderate.”

La Nobiltà Nera ha fondato la Società Segreta dei nostri tempi da cui nascono le altre organizzazioni (CFR, RIIA, Commissione Trilaterale, Bildenberg, Club di Roma, Fondazione Giorgio Cini, Nazioni Unite) legate agli Illuminati: il Comitato dei Trecento.


Il Consiglio dei Tredici
Il Grande Consiglio dei Druidi - i tredici grandi druidi formano il sacerdozio dei Rothschild.

Il Consiglio dei Trentatrè
Vi si trovano i più importanti frammassoni del mondo politico, economico e religioso. Essi sono l'élite del “Comitato dei Trecento”.

Il Comitato dei Trecento
Fu fondato dalla Nobiltà Nera nel 1729 mediante la BEIC (British East India Company, la Compagnia delle Indie) per occuparsi dell'attività bancaria internazionale, dei problemi legati al commercio e per sostenere il traffico dell'oppio. E’ controllato dalla Corona britannica.
Comprende l'intero sistema bancario mondiale e i più importanti rappresentanti delle nazioni occidentali. Tutti le banche sono collegate alla famiglia Rothschild attraverso il "Comitato dei Trecento".



Il dott. John Coleman pubblicò nel suo libro "Conspirators' Hierarchy: The Committee of 300" i nomi di 209 organizzazioni, 125 banche e 341 membri passati e presenti del comitato.

Eccone alcuni tra i più importanti:

George Bush
Casa di Orange
Famiglia Delano
Famiglia Du Pont
John M. Forbes
Federico IX, Re di Danimarca
Averill Harriman
Casa di Holienzollern
Henry Kissinger
Giuseppe Mazzini
Frangois Mitterand
JP Morgan
Sir Henry Oppenheimer
Principessa Beatrix di Danimarca
la Regina Elisabetta II
la Regina Giuliana
Principe Rainier
David Rockefeller
barone Edmond de Rothschild
cardinale Spellman
famiglia Vanderbilt


etc...

Il Comitato dei 300 è anche responsabile dell'assassinio di Aldo Moro attribuito e rivendicato dalle Brigate Rosse, ma le BR erano controllate dalle famiglie della Nobiltà Nera della loggia Propaganda2 (P2) e facevano capo al Club di Roma, nato nel 1968.

Club di Roma: Agnelli, Napolitano, Craxi, De Mita
Un grosso contributo arrivò anche dall'allora ambasciatore americano Richard Gardner che operava sotto il diretto controllo di Bettino Craxi, membro del Club di Roma e del Comitato dei 300, nonchè punta di diamante della Nobiltà Nera americana (Illuminati) per la destabilizzazione e la distruzione della Repubblica Italiana.... altri membri italiani illustri del Club sono Giorgio Napolitano, Gianni Agnelli, Ciriaco De Mita. Ma anche Henry Kissinger che fu in prima linea nell'assassinio di Moro.

Henry Kissinger e Gianni Agnelli
Kissinger non solo terrorizzò Moro ma parlò della sua eliminazione se non avesse distrutto l'apparato economico-industriale italiano, frenando così anche la crescita demografica; ra riduzione della popolazione è il primo degli obiettivi dell'elitè mondiale per il NWO. L'Italia era ed è importante anche per il traffico in Europa della droga (eroina) che arriva dal Libano, Turchia, Afghanistan, etc..

La Sig.ra Eleonora Chiavarelli Moro, moglie di Aldo Moro, in tribunale testimoniò che l'assassinio del marito fece seguito ad una serie di minacce di morte esercitate da colui che lei chiamò “una figura politica americana di alto livello”. In un intervista rilasciata per Corrado Guerzoni scrittore di un libro su questo delitto specifica che si trattava di Henry Kissinger.

Anche altre persone tracui un amico intimo dell'ex Presidente rilasciarono testimonianze di come un membro del RIIA (Royal Insitute for International Affairs) avesse minacciato Aldo Moro.

Quello che vediamo in Italia oggi è solo il frutto di ciò a cui auspicavano questi veneratori del male.

Sono molte le organizzazioni politiche, economiche, sociali e religiose che intrecciano i loro affari e operano per la realizzazione del Nuovo Ordine Mondiale e nei gradini più alti troviamo a capo sempre gli stessi pesonaggi.

E' facile supporre che quello che sostengono molti teorici del complotto cioè che il mondo è in mano a 13 famiglie che ne decidono le sorti, non sia un ipotesi così assurda.


FONTE: FONTE

Nessun commento:

Posta un commento