domenica 11 marzo 2012

IL DISCO GENETICO E GLI STRUMENTI CHIRURGICI PRECOLOMBIANI

il padre del design industriale in Colombia Jaime Gutierrez-Lega, oltre al disegno ha l’hobby di collezionare manufatti curiosi ed antichi, rinvenuti in Colombia, oggetti di centinaia o migliaia di anni. Tra questi, vi è il "The Genetic DisK", il disco genetico, un reperto precolombiano unico. Un disco del diametro di 27 centrimetri circa, realizzato in lydite o lidite, un materiale duro quanto il granito., e di colore nero. Il disco pesa due chili, ed al centro ha un foro, forse veniva qui inserito un bastone per far ruotare il disco.



La particolarità del manufatto, stà nell’ incisione. Il disco riporta i vari stadi, della genetica, partendo dagli ovuli, fino ad arrivare al feto completo. Nella parte inferiore del disco, vi sono raffigurati un’ uomo ed una donna, con i genitali in evidenza; sul lato destro un bambino, un’ uomo ed una donna, ma con tratti somatici, diversi dall’ uomo moderno.

Secondo gli studi del suo scopritore, Jaime Gutierrez-Lega su ambedue le facciate del disco vengono rappresentato il ciclo evolutivo, con tanto di dettagli come ovuli, spermatozoi e genitali. Una vera e propria rappresentazione della fecondazione, che parte dalla fecondazione dell’ ovulo, ai vari stadi della crescita, del feto, all’ embrione, arrivando alla nascita di due creature, forse gemelli. Il disco sembra risalire, a 6.000 anni fa; gli esperti hanno escluso che sia stato lavorato manualmente. Infatti chi lo ha realizzato, data la durezza del materiale avrebbe dovuto impiegare ben 30 anni, escludendo inoltre che possa trattarsi di un falso. Il disco, si trova oggi esposto al Museo di Scienze Naturali di Vienna .



Gli strumenti chirurgici precolombiani

La collezione di Jaime Gutierrez-Lega, vasta un centinaio di pezzi, comprende inoltre oggetti dall’ aspetto di moderni strumenti chirurgici, e dalla forma ergonomica, rinvenuti in Colombia. Sono stati realizzati in lydite senza l’ uso di strumenti metallici, infatti dalle analisi, non sono emerse microtraccie o residui metallici; ed hanno un età stimata di 6.000 anni. Gli altri strumenti chirurgici, sono realizzati con molta precisione e perfezione indipendentemente dalla durezza del materiale.


I manufatti sono stati analizzati presso un laboratorio Austriaco, dove il ricercatore Klaus Dona ha affermato di non potersi esprimere su quando sia stato realizzato, e in che modo ma di poter affermare che visto il materiale, neanche oggi sarebbe possibile realizzare i medesimi strumenti. I manufatti, mostrano un’ avanzata conoscenza ergonomica, che rende il facile utilizzo degli stessi.Questo manufatto, dimostra di essere stato realizzato da una civiltà molto evoluta, forse una civiltà antecedente la nostra.





FONTE: auroraproject

Nessun commento:

Posta un commento